Diritto pubblico dell'economia
(DPuE)

Il corso si propone di analizzare l’incidenza dell’ordinamento costituzionale sui rapporti economico–sociali e, parallelamente, l’incidenza di questi sull’organizzazione pubblica statale. Di conseguenza, il corso avrà ad oggetto: 1) l’evoluzione delle modalità di intervento dello Stato in economia, con particolare riguardo ai mutamenti prodotti dall’ordinamento comunitario, in riferimento al passaggio ad uno Stato regolatore di mercati; 2) le tematiche della Costituzione economica e della sua incidenza sul sistema delle fonti del diritto; 3) il bilancio dello Stato e la disciplina del controllo della finanza pubblica introdotta con il processo di integrazione comunitaria; 4) i diritti di libertà economica previsti nella Costituzione italiana; 5) la tematica dei diritti sociali, per l’attuazione dei quali lo Stato interviene fornendo prestazioni ai cittadini, con particolare riferimento al diritto al lavoro, alla previdenza sociale ed all’istruzione. Durante lo svolgimento delle lezioni si presupporranno conosciute, dallo studente, alcune nozioni di base che sono già state oggetto di studio nel corso di Elementi di diritto pubblico (ad es.: concetto e modelli di forma di Stato, sistema delle fonti, aspetti generali sui diritti di libertà). Il corso prevede 32 ore di didattica frontale, a cui lo studente è vivamente invitato a partecipare, rispetto alle quali viene stimato un impegno di studio individuale di circa 68 ore (per un impegno complessivo di circa 100 ore di lavoro). Il superamento dell’esame dà diritto a 4 crediti formativi.